STEFANIA RUGGIERI / OGNI POSSIBILE PREGHIERA

Stefania Ruggieri
Ogni possibile preghiera
collana prose minime | 4
con una nota di Paola Leone

La poesia di Stefania è scrittura inebriante,
coinvolgente, apparentemente spezzata, sebbene
sia priva di simboli di punteggiatura. Abbandona
momentaneamente il mutismo per scendere in
campo con parole ribelli, refrattarie all’obbedienza,
poi si ritrae nuovamente e la penna si piega al
mondo, ne descrive le contraddizioni, l’impotenza
umana e lo scetticismo. (nel labirinto di ogni vivere
ci tiriamo appresso una giacchetta in sincrono una
di quelle che non sbatte l’incarnato spento di tutti i
nostri errori).

Stefania Ruggieri (1963), meridionale di Puglia. Una laurea in Economia
con esperienza lavorativa nei settori acciaio e moda. Insegnante. Ha
pubblicato i libri di poesia Rosso di fragola (Congedo, 1994), Sotto un
sole che mai muore (MilellaSpaziovivo, 2013), L’anima (pulcinoelefante,
2017), La luce non è spenta il varco non è attivo (Lietocolle, 2019). Alcune
poesie sono apparse su Nuovi argomenti


FRANCESCA LA PERUTA / LIBRO DI POESIA

ANTEPRIMA
A chi nella poesia fiorisce primavera
"Passi svelti
Sguardi
In questi attimi
Siamo ammassi
Di vergogna
Di prigionia
Di ricordi
Questo mondo
Anteprima di Emozioni e altri difetti"
Francesca La Peruta
per la collana Prose Minime 5
(con una nota della scrittrice Delia Marzo).
Festeggiamo la Giornata Internazionale della poesia e la primavera con Francesca La Peruta,
giovanissima autrice partenopea con la passione per il Karate, gli anime e la scrittura.
Attualmente frequenta il secondo anno di liceo classico e partecipa a un corso di grafica e giornalismo.
“Emozioni e altri difetti” è la sua prima raccolta di poesie, scritte in italiano e in inglese,
che tratta di esperienze ed emozioni, amore, ansia, desiderio e crudeltà, lette attraverso
la sensibilità e la determinazione di un’adolescente.
.

20 agosto /// un incontro con le prose minime di Roberta e Simona

Giovedì 20 agosto/H20.30
Conosco una madre di Roberta Di Seclì
150+1 di Simona Cleopazzo e
Biblioteca Comunale – Via Sant’Angelo – Gallipoli

La poesia di Roberta è fatta di quotidiano. Ha la freschezza delle gocce di pioggia, il profumo del pane, il colore della terra, ma soprattutto il canto del mare. Ma è una semplicità solo apparente, la sua, perché ogni piccolo verso ci riporta a un pensiero più grande. Uno sguardo di madre che diventa nostro grazie al miracolo della parola condivisa, uno sguardo consapevole della immensa natura. È una poesia femminista, intesa come desiderio. È una poesia corale, perché grazie a lei parlano tutte le donne della sua vita: madri, sorelle, nonne, amiche. È una poesia che nasce dalla terra del sud, sempre radice e sempre verità.

Nella poesia di Simona amore e scrittura perdono i confini e si mescolano. L’amore per chi che ha perso il volto nelle pagine degli appunti dei taccuini. L’amore per la scrittura che da amore impossibile diventa finalmente a passione quotidiana e legittima. Amore e scrittura sono legate indissolubilmente alle discipline che dettano il nostro percorso di ricerca di esseri umani: matematica, fisica, letteratura, chimica, scienze.

informazioni

3921995892

 


AA.VV. Amo, Sogno, Resisto, Scrivo

collana Antologie | 1
anno 2019
formato 15x21
prezzo euro 12,00

Antologia di prosa e poesia di Rita Augenti, Roberta Bianco,
Anna Bove, Laura Casciotti, Lara Castrignanò, Agnese
Cossa, Simona De Carlo, Antonella Della Torre, Angela
Elia, Serena Gatto, Silvia Giannelli, Carla Maria Graduata,
Paola Maggiore, Alessandro Mallia, Gabriella Manca, Irene
Mastrandrea, Teresa Musca, Maria Nicolì, Mariolina Paone,
Elisa Pastore, Stefania Pati, Giulia Scaroni, Stefania Zecca.
Le poesie e le prose sono state composte durante il
laboratorio di scrittura di Simona Cleopazzo.
Taccuini traboccanti di parole, i nostri quaderni degli
appunti, note scarabocchiate, fogli sparsi e poesie. La
poesia è una pratica sociale, è frammento di vita quotidiana.
La scrittura non è vocazione, riflessione, spiegazione, ma
ricerca di cambiamento. La scrittura deve avere come scopo
la verità, quella del quotidiano, quella delle viscere del
mondo. La scrittura non è trovare la pace, ma l’inizio della
rivoluzione, la nostra!